BENVENUTO   ACCEDI   REGISTRATI
lista dei desideri Lista dei desideri (0)   separetor   la mia bibliotheka La mia Bibliotheka (0)   separetor   carrello Carrello (0)
logo
Favole

Favole

di Jean De La Fontaine

Collana: Kids
Genere: Grandi Classici
Lingua: Italiano
Pubblicato: 24/06/2015

condividi


eBook: € 2,99 € 0,50

ebook
Formato: ePub
Dimensioni: 1,2 Mb
ISBN: 9788869340772

Pur essendo scritte nello stile semplice e leggero quelle di La Fontaine non sono semplici favole per bambini ma profondi insegnamenti per l’intera società umana di ogni tempo e di ogni luogo. Infatti ciascuna di esse contiene una saggia morale che l’autore vuole presentare per mettere in luce ed affrontare i limiti, le debolezze e i vizi che - da sempre - contraddistinguono gli esseri umani.
Non a caso, a ciascuno degli “animali parlanti” di cui è costellato l’universo fiabesco di La Fontaine, corrispondono esplicitamente altrettante tipologie antropologiche e sociali che costituiscono il variegato panorama del consorzio umano. Quest’ultimo può infatti riflettersi nella dimensione fantastica delle favole narrate, come in una sorta di specchio magico (che quindi conserva, contemporaneamente, il doppio fascino della fantasia e della realtà) e trarne importanti insegnamenti di vita, validi per le persone comuni come per i regnanti (nel primo caso per poter affrontare saggiamente le insidie e le difficoltà della vita quotidiana; nel secondo per amministrare il potere con equilibrio, giustizia e spirito pratico).

Jean de La Fontaine
Nacque l’8 luglio 1621 a Château-Thierry presso la famiglia del sovrintendente locale alle acque e alle foreste. Nel 1642 intraprese gli studi di giurisprudenza fino al raggiungimento della laurea nel 1649. Nel 1658 si trasferì a Parigi, sotto la protezione del potente politico Nicolas Fouquet.
Quando quest’ultimo cadde in disgrazia, La Fontaine ne seguì miseramente le sorti, finché non si mise sotto la protezione di Madame d'Orleans di Lussemburgo e - successivamente - di Madame de la Sablière, nel cui salotto frequentò importanti letterati come Jean Racine, Molière e Madame de La Fayette. Nel 1683 fu eletto membro dell'Académie Française.
Il suo pensiero risentì di influenze copernicane, epicuree, scettiche, libertine e - per certi aspetti - anticipò la stagione illuminista. Molte sue opere furono direttamente ispirate alla classicità di autori latini e greci (Fedro, Esopo, Laurentius Abstemius, Orazio, Tito Livio, Virgilio) ed altri più recenti (Machiavelli, Ariosto, Boccaccio, Rabelais). Le sue favole si incanalano nella tradizione medievale francese - e, recentemente, indiana - di storie comiche e satiriche sui costumi sociali, traslati nel fantastico mondo degli “animali parlanti”. Dopo aver dedicato un’intera vita alla produzione letteraria, morì a Parigi il 13 aprile 1695.

I testi della collana Grandi Classici sono a cura di Lodovico Bellè.
Disegno di copertina a cura di Paolo Niutta.

VALUTAZIONE MEDIA

in base alle valutazioni di 0 lettori
 
(0)
 
(0)
 
(0)
 
(0)
 
(0)

SCRIVI LA TUA RECENSIONE





La tua valutazione:

Il Bibliothekario, qualora dovesse ritenere inappropriati i contenuti, può non pubblicare la tua recensione.



Libri Collegati